Il Fondatore

Scheda cronologica
  della vita di Giacomo Alberione(1884-1971)

1884 (4 aprile) nasce a San Lorenzo di Fossano (Cuneo), quinto dei sette figli di Michele Alberione e Teresa Alocco.
1887 La famiglia Alberione si trasferisce nella campagna di Cherasco, in diocesi di Alba.
1890 Inizio della scuola elementare a Cherasco. In seconda, rispondendo a una domanda della maestra Rosina Cardona, dice: «Mi farò prete».
1896 Ingresso nel seminario di Bra, diocesi di Torino.
1900 Nel mese di ottobre passa al seminario diocesano di Alba (Cuneo).(31 dicembre 1900 – 1 gennaio 1901) notte di preghiera nel duomo di Alba, dove si sente «obbligato» a «fare qualcosa per il nuovo secolo».
1902 (8 dicembre) vestizione clericale.
1903 (2 maggio) morte dell'amico Agostino Borello. Decisione di darsi «totalmente a Dio».
1907 (29 giugno) ordinazione sacerdotale. Ministero parrocchiale a Narzole, dove incontra Giuseppe Giaccardo, che sarà il primo sacerdote paolino e verrà dichiarato Beato.
1908 (9-10 aprile) laurea in teologia presso la Facoltà «San Tommaso d'Aquino» a Genova. Per alcuni mesi svolge attività pastorale a Narzole. (1 ottobre) insegnante e direttore spirituale in seminario, inizia la collaborazione spirituale con Francesco Chiesa, che sarà sua guida spirituale per quarantasei anni.
1913 (settembre) inizia l'attività pubblicistica con la direzione di Gazzetta d'Alba.
1914 (20 agosto) nascita della Scuola Tipografica «Piccolo Operaio», primo nucleo della futura Società San Paolo.
1915 (15 giugno) inizio della prima comunità femminile della futura Pia Società delle Figlie di San Paolo.
1917 (30 giugno) fondazione dell’Unione Cooperatori Buona Stampa, per i collaboratori laici.
1918 (29 settembre) pubblicazione del bollettino Unione Cooperatori Buona Stampa.
1921 (5 ottobre) si costituisce, con l'emissione dei voti (privati) di alcuni suoi membri, la Pia Società San Paolo. (23 novembre) chiede a monsignor Giuseppe Francesco Re, vescovo di Alba, di erigere la Pia Società San Paolo in congregazione diocesana.
1923 Grave malattia e guarigione improvvisa di don Alberione.
1924 (10 febbraio) fondazione delle Pie Discepole del Divin Maestro.
1926 Sorge la prima comunità paolina a Roma.
1931 (25 dicembre) pubblicazione del settimanale Famiglia Cristiana.
1931 Invio dei primi missionari paolini all’estero: Brasile, Argentina, Stati Uniti…
1936 Si stabilisce a Roma. (agosto) raggruppa nella capitale le prime signorine che saranno le Suore di Gesù Buon Pastore (Pastorelle).
1938  (7 ottobre) a Genzano, fondazione ufficiale delle Suore di Gesù Buon Pastore.1939 Fondazione della Romana Editrice Film (prima denominazione della Sampaolo Film) per l'apostolato del cinema.1945 Viaggjo negli Stati Uniti, il primo di una serie che lo porterà a visitare le comunità paoline sparse in una ventina di nazioni.1948 (Natale) primo radiomessaggio dell’emittente sperimentale 1-RSP (Radio San Paolo) di Roma.
1951 Fondazione del St-Paul Radio Center di Wakaba (Tokyo).
1957 (4 aprile) inizia il primo capitolo generale della Società San Paolo, nel quale viene confermato superiore generale.Prime iniziative per l’avvio dell’Istituto «Regina degli Apostoli» per tutte le vocazioni (Apostoline).
1958
Fondazione degli lstituti «Maria Santissima Annunziata» e «San Gabriele Arcangelo».
1959 (8 settembre) a Castelgandolfo (Roma), nascono le Apostoline.
Fondazione dell'Istituto «Gesù Sacerdote» per il clero diocesano. 
1960
(8 aprile) la Sacra Congregazione per i Religiosi approva i tre istituti «Gesù Sacerdote», «San Gabriele Arcangelo» e «Maria SS. Annunziata», «associazione Paolina», «opera propria» e «unita» alla Pia Società San Paolo.
1962 (11 ottobre) don G. Alberione entra nell’assemblea del concilio Vaticano II e parteciperà assiduamente alle sedute per tutta la durata dell’assise ecumenica (1962-1965). (28 giugno) udienza speciale e conferimento della onorificenza «Pro Ecclesia et Pontifice» da parte di Paolo VI. (5 agosto) il secondo capitolo generale della Società San Paolo lo proclama superiore generale emerito ed elegge don Luigi Damaso Zanoni quale nuovo superiore generale della Società San Paolo.
1971 (26 novembre) muore alle ore 18,25 nella sua stessa stanza, un’ora dopo aver ricevuto la visita personale di papa Paolo VI. Giorni dopo è tumulato nella sottocripta del Santuario Regina degli Apostoli, da lui stesso fatto erigere in Roma negli anni ’50 del secolo scorso.
1981
(4 maggio) viene concesso il nulla osta per la causa della sua beatificazione.
1996
(25 giugno) viene firmato il Decreto di Venerabilità, con il quale si stabilisce l'eroicità delle sue virtù.
2002
(20 dicembre) papa Giovanni Paolo II promulga il decreto di Beatificazione di don Giacomo Alberione.
2003 (27 aprile) papa Giovanni Paolo II lo dichiara Beato.