Pubblicazioni

In occasione del Cinquantenario di Fondazione dell’Istituto «San Gabriele Arcangelo» (1958-2008) e del Centenario della Società San Paolo (1914-2014) sono stati effettuati ampi approfondimenti sul Fondatore, il carisma, la storia di questa Istituzione che fa parte della Famiglia Paolina fondata da don Giacomo Alberione (1884-1971).
Il presente contributo fa da Introduzione al lavoro di ricerca e di elaborazione espresse più dettagliatamente in diverse pubblicazioni, segnalate e riportate in questa sezione del sito dopo la medesima Introduzione.
Esse possono essere richieste alla:

Direzione dell’Istituto «San Gabrielele Arcangelo»
Via Alessandro Severo, 58 - 00145 Roma - tel 06 59786000



Damiano De Sia
Da Saulo a Paolo nella vita e nella testimonianza
Istituto «San Gabriele Arcangelo»
Roma 2012 
pp. 112

La novità della conversione di Saulo persecutore in Paolo apostolo sta nel fatto che il rabbino fanatico non passa dall’ateismo alla fede, essendo convinto credente, ma abbandona la formulazione religiosa ereditata riguardo a Dio e accoglie la gratuità divina manifestatasi in Cristo. Paolo scopre nel cristianesimo che la gratuità divina è molto prima del dovere osservante. Semmai l’osservanza è pedagogia, iniziazione a quella gratuità. Cristo infatti ha esautorato e abrogato della legge mosaica la lettera («che uccide»), non lo spirito («che vivifica». Lo Spirito (con l’iniziale maiuscola) rimarrà per sempre l’ispiratore e la regola della vita cristiana, la quale si collega alla testimonianza di Cristo Gesù. San Paolo è convinto che la salvezza non chiede alcun prezzo all’uomo, ma gli viene data per grazia divina alla sola condizione di accoglierla. Pertanto il cristianesimo non è stato costituito come religione, con le sue imposizioni per lo più intolleranti per l’uomo di “carne”. Sicché la conversione di Saulo e la conseguente evangelizzazione di Paolo intendono svincolare l’esperienza di Dio dal fondamentalismo religioso e connotarla di tolleranza e di carità.




Angelo De Simone
Una mano al mondo
Gli Istituti paolini di vita secolare consacrata
Istituto «San Gabriele Arcangelo»
Roma 2008
pp.84
Il Beato don Giacomo Alberione (1884-1971) ha fondato gli Istituti paolini di vita secolare consacrata.
Essi sono l’Istituto «Gesù Sacerdote» (per sacerdoti diocesani), «San Gabriele Arcangelo» (per uomini), «Maria Santissima Annunziata» (per donne), «Santa Famiglia» (per le famiglie).
Coloro che vi fanno parte professano i consigli evangelici con voti pubblici di povertà, castità e obbedienza, secondo il proprio stato secolare, condizione di vita e professione.
Testimoniano il pensiero, la morale, i valori umani e cristiani senza abbandonare il proprio ambiente di vita ministeriale professionale, sociale.



Angelo De Simone
Una via credibile fra due amori
L’Istituto paolino di vita secolare consacrata «San Gabriele Arcangelo»
«Istituto San Gabriele», 
Roma 2008
pp.84
Questo volumetto dal titolo apparentemente “enigmatico” finirà forse sotto gli occhi di chi sta cercando di definire meglio il progetto umano professionale e cristiano della propria vita.
In esso è proposto l’Istituto «San Gabriele Arcangelo» fondato da don Giacomo Alberione (1884-1971), nel quale si professano i consigli evangelici restando nell’ambiente in cui quotidianamente si vie e si esercita la propria professione.
In forma dettagliata se ne presenta lo Statuto, un profilo essenziale del Fondatore, la comunicazione di vita dei primi “Gabrielini” che hanno risposto alla chiamata di Dio e accolto l’Istituto quale vita fra due amori: l’Amore ricevuto dall’Alto, l’amore richiesto dal prossimo.



Angelo De Simone
Nascosti in Dio e accanto all’uomo
Gli Istituti paolini di vita secolare nell’insegnamento del Fondatore
«Istituto San Gabriele», 
Roma 2008
pp.252
Nel ventennio 1950-1970 don Giacomo Alberione (1884-1971) ha ormai raggiunto e superato i settant’anni, tuttavia è ancora dinamico e attivo nelle iniziative.
Fonda gli Istituti paolini di vita secolare, i cui membri professano i consigli evangelici senza l’obbligo della vita comunitaria e svolgono un’azione apostolica di penetrazione nell’ambiente.
Segue di persona i primi ad aderirvi guidandoli nel discernimento vocazionale, nell’orientamento all’apostolato.
Questo volume raccoglie In ordine cronologico e tematico Il suo insegnamento a riguardo.



Angelo De Simone - Odo Nicoletti
Nel cuore di Dio per il mondo
Il laicato cattolico in Italia e nel carisma del beato Giacomo Alberione
Edizioni San Paolo
Cinisello Balsamo (Mi) 2009
pp.358
€ 22,00
Il saggio si distingue per essere stato redatto da un teologo e da un semplice cristiano laico, che si accompagnano alla strega dei discepoli, inviati a due a due dal Signore.
L’identità del laico è rilevata nella sua universale sacralità umana, valore, soggettività e interiorità, ancor prima dell’adesione a qualsivoglia credo religioso.
L’excursus storico del laicato cattolico si dipana dal periodo evangelico e post-apostolico, inoltrandosi nel mondo tipico del Medioevo, quando i laici cominciano a essere presenti nel pensiero sociale e politico, con il quale sovente s’identificano.
A cominciare dalla trattazione del conflitto Stato-Chiesa nel Risorgimento italiano, la ricerca si restringe alla considerazione degli eventi che coinvolgono il laicato cattolico nel nostro Paese, in cui la Chiesa fin dall’inizio dell’Ottocento è particolarmente sollecita nell’educare i popolo al senso cristiano.
Completate le ultime righe sull’Ottocento, l’interesse degli autori si concentra sulla figura e le opere del beato don Giacomo Alberione, nato verso la fine del suddetto secolo e nel cui carisma la presenza di laici
al maschile e al femminile è notevole ed organizzata.
Gli autori chiudono il lavoro con indicazioni concernenti la formazione, la spiritualità, l’azione apostolica del laico cattolico.



Don Silvio Sassi
L’amore di Cristo ci spinge
Istituto «San Gabriele Arcangelo»
Roma 2009 
pp. 156
Queste riflessioni sono state proposte da don Silvio Sassi, Superiore Generale della Società San Paolo, nel Corso di Esercizi Spirituali tenuto nell’anno cinquantesimo di fondazione (12 settembre 1958 - 12 settembre 2008) dell’Istituto paolino «San Gabriele Arcangelo» di vita secolare consacrata.
Esse voglio essere un incontro con san Paolo apostolo e con il nostro Fondatore, in modo che non siano personaggi irraggiungibili, giganteschi, ma alla nostra portata.
Ambedue possono camminarci a fianco nella semplicità: sono insegnamento e pane quotidiano per noi.